SIMBOLO TAOISTA

TAO

Hai visto il simbolo, ma cosa significa yin yang? Per non parlare di quale sia yin e quale yang? I principi Yin e Yang hanno alle spalle una storia lunga e affascinante, e in questo articolo abbiamo raccolto tutte le parti più interessanti e importanti. Continua a leggere per imparare:

I diversi significati di yin e yang
Cosa significa il simbolo yin yang e perché ha l’aspetto che ha
Una breve storia di yin e yang (questo simbolo esiste da molto più tempo di quanto pensi!)
Come i principi yin yang sono stati usati da tutti, dai politici ai decoratori di interni agli artisti marziali

Cosa significano Yin e Yang?

Yin e yang (o 陰 e 陽 nei caratteri cinesi tradizionali) rappresentano la dualità, o l’idea che due caratteristiche opposte possano effettivamente coesistere in armonia e completarsi a vicenda. È la stessa idea dietro citazioni come “non può esserci luce senza oscurità”. Yin (il segmento nero) e yang (il segmento bianco) rappresentano ciascuno diverse qualità.

Nella tabella sottostante sono riportate alcune delle caratteristiche che ciascuno rappresenta. Vedrai che, per ognuno, yin e yang rappresentano una coppia di opposti, come bianco e nero, luce e ombra, nord e sud, ecc.

Yin
Yang
Nero
Bianco
Ombra
Leggero
femmina
Maschio
Luna
Sole
Ricettivo
attivo
nascosto
aprire
negativo
Positivo
Nord
Sud
Riposo
movimento
Inferiore
Superiore
Freddo
Caldo
notte
giorni
Toilette
Fuoco
Vecchio
Giovane
Morbido
difficile
Numeri pari
numeri dispari
Valle
montagne
povero
Ricco

Cosa rappresenta il simbolo Yin Yang?

Il simbolo yin yang è spesso indicato come “taijitu” in Cina. È un simbolo familiare che probabilmente hai visto molte volte su gioielli, vestiti, quaderni, ecc. Esistono molte varianti del simbolo, ma la più comune è un cerchio composto da due vortici/lacrime intrecciate, una nera e una bianca. Ogni vortice contiene un punto del colore opposto.

Il simbolo yin yang rappresenta l’interconnessione del mondo, in particolare il mondo naturale. Non ci può essere positivo senza negativo, aperto senza chiuso, luce senza ombra. Lo stesso simbolo yin yang ritrae questa interrelazione. Guardando il simbolo, puoi vedere che non ha una linea retta che attraversa il centro per rappresentare la divisione tra yin e yang. All’interno, la linea di demarcazione è una morbida forma a S. Mostra come yin e yang sono collegati e fluiscono costantemente dentro e fuori l’uno dall’altro. Nella parte superiore del simbolo, mentre lo yang si gonfia, lo yin si contrae. In fondo, lo yin si gonfia mentre lo yang si contrae. La situazione ideale è quando c’è un equilibrio uguale tra i due, poiché è allora che si raggiunge l’armonia.

All’interno del simbolo, non solo i segmenti bianco e nero si adattano perfettamente l’uno all’altro per formare un cerchio, ma ognuno ha un piccolo cerchio dell’altro colore al suo interno per mostrare ulteriormente la connessione tra i due. I piccoli cerchi mostrano anche che nulla è assoluto. In tutto lo yin c’è un po’ di yang e viceversa. Ciò dimostra ulteriormente la connessione tra i due.

Il cerchio esterno del simbolo yin yang rappresenta la totalità dell’universo. Mostra che yin e yang rappresentano tutto ciò che sappiamo, così come le cose che non capiamo.

body_yinyangfish-cc0

Una breve storia del simbolo Yin Yang

Il concetto di yin e yang esiste da migliaia di anni in Cina. Il primo riferimento noto ai due termini è stato trovato sulle ossa dell’oracolo dove si riferivano a diverse parti della natura. Circa duemila anni fa fu sviluppata anche una scuola chiamata “scuola yinyang” che insegnava i principi dell’equilibrio e dei modelli.

Intorno al 100 d.C. fu creato il primo dizionario di caratteri cinesi, che definiva yin come riferito a “una porta chiusa, l’oscurità e la sponda sud di un fiume e il lato nord di una montagna” e yang come “altezza, luminosità e il lato sud di un montagna.” Un altro primo esempio registrato dei termini yin e yang che appaiono insieme si riferiva a yin come al lato ombroso di una collina e yang come al lato soleggiato della collina.

Durante la dinastia Zhou (1050–771 aC), i concetti di yin e yang si diffusero più ampiamente e iniziarono ad essere associati a idee filosofiche. Filosofi come Confucio e Lao Tzu iniziarono a incorporare i principi dello yin e dello yang nei loro insegnamenti. Fu in questo periodo che yin e yang divennero una parte importante del Taoismo (a volte chiamato “Daoismo”). Nel corso del tempo, il simbolo yin yang è diventato uno dei simboli taoisti più comuni ed è spesso visto su templi, vesti e bruciatori di incenso taoisti.

Nel corso dei secoli, i principi yin e yang sono entrati a far parte di molti aspetti diversi della cultura cinese e dell’Asia orientale (discutiamo di alcuni di questi nella prossima sezione).

Non esiste una data esatta di origine per il simbolo yin yang e non si sa chi l’abbia creato per primo. Tuttavia, era sicuramente in uso intorno al 1000 d.C. quando fu reso popolare dal filosofo della dinastia Song Zhou Dunyi. Per diversi decenni, in particolare negli anni ’70-’90, è stato un simbolo comune da includere in gioielli, magliette, ecc. Molte persone che lo indossano non sono a conoscenza di tutta la storia o il significato dietro il sy

FONTE:
https://blog.prepscholar.com/yin-yang-symbol

38